Nel pensiero greco e più specificamente nella prospettiva di Aristotele ogni comunità politica è costituita in vista della realizzazione del sommo bene: la felicità. La parola ‘comunità’ (cum-munus) rimanda a una evidenza paradossale: essa sorge sul munus, un debito, un pegno, un dono da dare. Da ciò segue che in origine la comunità politica intercetta la mancanza del ‘proprio’.

Questa prospettiva subisce un ribaltamento con la giuridificazione. Il diritto, se da un lato interviene per garantirne la sopravvivenza, dall’altro la svuota del suo nucleo fondativo: la κoinonia.

‘Comunità codificate’ è uno spazio e un luogo di riflessione sull’individuo, la società postmoderna, il diritto, la politica.

Favorita Barra

Non vi è dubbio che il vecchio nomos stia venendo meno, e con esso un intero sistema di misure, di norme e di rapporti tramandati.
Non per questo tuttavia, ciò che è venturo è solo assenza di misura, ovvero un nulla ostile al nomos.

Carl Schmitt, Terra e mare.

In Primo Piano

L’ESISTENZA DELL’EUROPA*

di Favorita Barra Non vi è dubbio che il vecchio nomos stia venendo meno, e con esso un intero sistema di misure, di norme e di rapporti tramandati. Non per questo tuttavia, ciò che è venturo è solo assenza di ...
Leggi Tutto

QUESTA PANDEMIA CI CAMBIERÀ – BISOGNA VEDERE COME

di Carlo Vittorio Giabardo Di certo Baudrillard, quando teorizzava “lo sciopero degli eventi” non si sarebbe mai immaginato il 2020. Quando, all’inizio degli anni Novanta, egli scrisse L’Illusion de la fin ou la grève des événements aveva davanti agli occhi ...
Leggi Tutto

IL MONDO NON BASTA PIÚ. LA CRISI AMBIENTALE

di Ludovico Paternostro Febbraio 2020 L’inverno astronomico si avvia alla sua conclusione e da poco più di un mese è ricominciato il conto alla rovescia dell’Earth Overshoot Day (il giorno in cui la domanda di risorse dell’umanità nel suo complesso ...
Leggi Tutto

Diritto, tecnica, ambiente. Per una nuova “grammatica dei diritti”

di Carlo Vittorio Giabardo
Per riflettere “giuridicamente” (e filosoficamente) sulla crisi ambientale, che caratterizza così potentemente il nostro tempo, occorre partire da lontano. Che la vera emergenza sia (stata) la mancanza dell’emergenza - come aveva già messo in luce Heidegger ...
Leggi Tutto

Brevi riflessioni sull’indeterminatezza dei diritti sociali

di Michele Zezza
In contrasto con alcune ricostruzioni dei diritti imperniate sull’idea di un “nucleo di certezza” integralmente sottratto alla disponibilità dell’intervento parlamentare e alla comparazione con altre esigenze sociali, i diritti del costituzionalismo contemporaneo si rivelano sempre più fragili ...
Leggi Tutto

Sezioni